Cerca nel blog

sabato 17 gennaio 2015

Gennaio inoltrato a Stroppare -gli alveari resistono anche grazie al freddo non troppo intenso-

E così siamo ormai giunti al 17 gennaio 2015. Il freddo più intenso di fine dicembre 2014 (abbiamo toccato i -6 gradi) sembra per ora un ricordo. Ieri abbiamo toccato i + 10°C ed anche oggi non fa freddo.
I nostri 19 alveari, peraltro ben riforniti di scorte di miele, sembrano tenere senza particolari difficoltà e le api, approfittando delle temperature quasi miti, sperimentano i primi voli di bottinamento della stagione.

Come sempre qui da noi in Pianura Padana ci sta venendo in aiuto la fioritura del nocciolo i cui fiori maschili sono ricchissimi di polline ad elevato valore proteico. Questa pianta è importantissima per l'apicoltura in quanto fornisce il primo polline di qualità della stagione e lo fa già a gennaio, quindi ancora in pieno inverno.

Il polline è essenziale per lo sviluppo della colonia d'api ed in particolare per la crescita della covata ed è quindi naturale che l'apicoltore tiri un sospiro di sollievo quando vede fiorire il nocciolo.

Questa fioritura ci accompagnerà per il resto di gennaio ed anche per i primi giorni di febbraio (salvo l'avvento di grandi piogge che farebbero cadere i fiori).

Ecco il primo nocciolo che abbiamo visto in fiore già il giorno 6 gennaio 2015 a circa 30 metri dal nostro apiario...


Noi continuiamo nel frattempo a seguire da vicino le famiglie di api ma, come detto, per ora non riscontriamo problemi particolari.

Il lavoro di falegnameria sta andando avanti spedito e ieri sera abbiamo ultimato di verniciare 4 nuove arnie da noi costruite e con esse anche due melari.

Ecco il lavoro ormai finito...



L'ultimo tocco, che daremo la prossima settimana, si sostanzierà nel fissaggio delle maniglie e del copri portichetto in lamiera. A quel punto questo lavoro sarà ultimato.

Quest'anno, a paritre dai primi giorni di aprile, iniziermo a muovere anche i primi passi nell'affascinante mondo della pappa reale al fine dare anche noi il nostro contributo all'importante causa della valorizzazione e tutela della pappa reale fresca ITALIANA.

Sicuramente scriverò degli articoli relativamente alla pappa reale ed alla sua produzione...

Intanto vi saluto.... Al prossimo post!

Alessandro