Cerca nel blog

lunedì 17 giugno 2013

L'apiario si amplia... Il nostro primo nucleo!

Il 9 giugno, come avevo annunciato nel precedente post, ci siamo recati in apiario al fine di prelevare da ciascuna delle due arnie che attualmente costituiscono il nostro apiario alcuni telaini al fine di dar vita ad un nucleo d'api.

Abbiamo prelevato due telaini (con le relative api) dall'arnia 01 e due telaini dall'arnia 02, naturalmente facendo attenzione a non prelevare anche la regina!

Come sappiamo all'interno delle arnie non c'era covata nè fresca nè opercolata poichè siamo in attesa che le neo nate api regine inizino a deporre. Abbiamo quindi prelevato dei telaini che si presentassero con un buon numero di api e che avessero almeno un po' di scorte di miele e polline.

Tali 4 telaini sono stati inseriti nella zona centrale di un'arnia da nuclei in polistirolo avente una capacità di 6 telaini ed infine abbiamo inserito tra i due telaini centrali una gabbietta di plastica contenente un'ape regina già feconda. La gabbietta contiene, oltre all'ape regina, anche alcune api operaie dette "accompagnatrici"; esse si occupano di alimentare la regina che, per l'appunto, non si nutre da sola ma viene letteralmente imboccata dalle operaie.

La gabbiettà presenta un foro per consentire l'uscita della regina e delle accompagnatrici ma, per raggiungere tale apertura, le api all'interno della gabbia devono prima mangiare uno strato di candito; tale alimento -il candito- è costituito da un impasto di miele e zucchero a velo ed ha una consistenza semi-solida. Il tempo necessario per consumare detto candito è di circa 3-4 giorni ed è questo un tempo sufficiente per far sì che la nuova regina venga accettata dal nuovo alveare.

Effettivamente se liberassimo la regina immediatamente questa verrebbe uccisa dalle operaie che già popolano l'aveare.

Nelle immagini poco sotto vediamo la gabbietta contenente la regina.. Come si vede dalla seconda immagine abbiamo agganciato la gabbietta ad un filo di ferro in maniera tale che restasse sospesa in mezzo ai due telaini centrali, in prossimità della parte alta dei telaini (a circa 4-5 cm. dalla stecca superiore).






N.B. I telaini che si vedono dalle foto sono vuoti, ovvero dotati di solo foglio cereo. Questo perchè abbiamo fatto delle prove a casa per capire come posizionare la gabbietta una volta giunti in apiario ma, naturalmente, la gabbietta viene posizionata in mezzo ai due telaini centrali del nucleo e detti telaini presentano favi completamente costruiti e sono popolati dalle api, come descritto poco sopra.

Una volta effettuata questa operazione abbiamo portato il nucleo in un altro sito, posto a circa 3,5 km di distanza dall'apiario originario. Questo come detto nel precedente post per evitare che le api che abbiamo prelevato con i telaini facciano ritorno all'alveare d'origine.

Dopo aver atteso qualche ora, in maniera tale da permettere alle api di calmarsi, abbiamo aperto la porticina dell'arnia in polistirolo che avevamo precedentemente chiuso per il trasporto così da permettere alle api di inziare ad eslplorare il nuovo luogo in cui le abbiamo portate.



Ecco il nostro primo nucleo nel nuovo sito
 
 
 
Il giorno seguente (10 giugno) le api già iniziavano ad andare e venire dal nucleo in maniera soddisfacente. Lo stesso giorno abbiamo fornito alle api un bel po' di sciroppo zuccherino (acqua+zucchero+limone) in maniera tale da sostenere il nucleo in queste fasi iniziali.

I giorni passano ed arriviamo a ieri, sabato 15 giugno...

La regina inserita nel nucleo all'interno della gabbietta deve ormai essersi liberata ed inoltre, essendo già feconda, ci attendiamo che abbia iniziato a deporre. Per questo abbiamo programmato una visita sia al nucleo sia all'apiario originario..

La nostra soddisfazione è stata grande nel vedere innanzitutto la regina (ecco la foto poco sotto -è marchiata di rosso perchè il rosso è il colore che contraddistingue le regine nate nel 2013-) ma soprattutto nel vedere che le cellette dei favi erano in gran parte già popolate da minuscole uova d'ape..

Abbiamo avuto la fortuna tra l'altro di osservare la regina deporre l'uovo nella cella del favo.. Veramente emozionante!

Quindi, per quanto riguarda il nucleo, tutto procede bene.. Abbiamo inserito negli ultimi due spazi liberi dell'arnia in polistirolo altrettanti telaini da nido dotati di foglio cereo così da dar sfogo alla deposizione in corso.



Anche dalla visita all'apiario originario abbiamo avuto buone nuove! L'arnia nr. 01 presenta già parecchia covata sia fresca sia opercolata (ecco nella foto poco sotto della covata opercolata, contornata da covata fresca, al centro di un favo dell'arnia 01). Quindi la regina sta lavorando bene.



L'arnia nr. 02 presenta pochissima covata e di giovanissima età.. Anche questa volta, come la scorsa, non siamo riusciti ad intravedere la regina. Domani, lunedì 17/06/13, faremo una visita di controllo all'arnia nr. 02 per capire se la covata è aumentata. Se sarà così allora non dovremo, per ora, preoccuparci..

Al prossimo post!

Alessandro