Cerca nel blog

sabato 8 giugno 2013

Tutto appare più facile con l'aiuto di un grande apicoltore!

Oggi 8 giugno 2013 ho visitato l'apiario insieme all'amico apicoltore Salvatore.. In effetti serviva un'occhio esperto per valutare una situazione che effettivamente era delicata ed allora chi meglio di una persona che da 7 generazioni si occupa di api e del loro mondo?

Abbiamo veramente avuto una grande fortuna a conoscere Salvatore; sempre prodigo di consigli per noi, pieni di buona volontà ma che obiettivamente stiamo ancora crescendo e molto dobbiamo ancora crescere nella conoscenza del fantastico mondo delle api.

Vi invito a visitare il blog dell'amico Salvatore all'indirizzo http://apicolturagvs.blogspot.it/

Ci eravamo lasciati il 26 maggio... In quella data avevamo preso atto che entrambe le famiglie erano orfane e che entrambe si stavano preparando ad accogliere la nuova regina (rif. presenza di diverse celle reali in entrambe le arnie).

Oggi volevamo individuare le regine che d'altronde dai conti fatti dovevano essere nel frattempo sfarfallate e fare il punto della situazione circa lo stato di salute generale delle famiglie.

Ci siamo recati in apiario alle ore 17:00 in una giornata che sembra essere (finalmente!) l'inizio dell'estate..

E' stata aperta per prima l'arnia nr. 01 (rossa). Sollevando i telaini abbiamo notato fin da subito scarsissime scorte di miele. D'altronde l'acacia è stata un disastro per via delle continue piogge (cessate solo qualche giorno fa...) ed il tiglio si prepara in questi giorni a fiorire..

Le api stanno però importando polline. Numerose celle dei favi risultano riempite di polline e non è difficile notare api con le zampe cariche di palline di polline giungere all'alveare.

Questo (del polline) è un bel segnale perchè l'importazione di polline è un indice che ci porta a pensare che la regina sia presente nell'alveare. La famiglia si prepara ad accogliere la covata -che naturalmente solo la regina può dare-, per la quale il polline è di vitale importanza.

Su tutti i telaini, a parte una piccola corona di miele ancora presente, tantissimo spazio vuoto. Le celle dei favi, per l'appunto vuote, sono però perfettamente pulite ed anche questo è un segnale che la famiglia si appresta ad accogliere le uova che verranno deposte dalla regina nelle cellette.

Non vi sono più celle reali (alcune in realtà sono rimaste ma è evidente che sono rotte; dunque la regina è sfarfallata).

I fuchi sono presenti in buon numero ed appaiono maturi.

Finalmente, sull'ultimo telaino a destra, abbiamo scorto la regina che camminava sul favo!!! Purtroppo non mi è stato possibile fotografarla... Spero di essere più fortunato la prossima volta..

Siamo dunque solo in attesa dell'ovideposizione.. Effettivamente non sappiamo ancora se la regina è stata fecondata ma in linea di massima ci aspettiamo di iniziare a vedere covata tra 6 - 8 giorni.

Api sul predellino di volo dell'arnia nr. 01



E' stata aperta poi l'arnia nr. 02 (gialla); in questo caso la famiglia appare un po' più debole ma per il resto ciò che abbiamo visto nell'arnia nr. 01 e tutte le relative considerazioni valgono anche per l'arnia nr. 02.

Quindi: importazione di polline, celle dei favi perfettamente pulite, assenza di celle reali. Purtroppo non siamo riusciti in questo caso ad individuare la regina ma, anche seondo il parere del nostro esperto amico, la regina c'è perchè vi sono tutti i segnali che portano in questa direzione.

Anche in questo caso ci aspettiamo di vedere covata tra 6 - 8 giorni.

Nell'arco della prossima settimana terremo d'occhio la fioritura del tiglio perchè da essa dipende la gran parte dell'importazione di nettare all'interno degli alveari. Se il meteo sarà ancora avverso allora dovremo prendere in considerazione l'ipotesi di sostenere le famiglie somministrando dello sciroppo zuccherino (sostanzialmente acqua, zucchero e limone il tutto fatto bollire e poi una volta raffreddato immesso in apposito nutritore dal quale le api possano suggere il liquido).

In un'ottica di ampliamento dell'apiario, che comunque era nei nostri programmi, domani provvederemo a prelevare 2 telaini con le relative api dall'arnia nr. 01 e 2 telaini dall'arnia nr. 02; tali 4 telaini verranno inseriti in un'anrietta in polistirolo atta a contenere un nucleo d'api e quindi trasportati a circa 3 km e mezzo di distanza dall'attuale apiario (questo per evitare che le api presenti in tali telaini possano far ritorno alle rispettive famiglie d'origine).

Procederemo quindi ad inserire nell'arnietta da nucleo un'ape regina in maniera tale da dar vita, con il dovuto tempo, ad una nuova famiglia.

Di quest'ultimo aspetto ne parlerò più approfonditamente domani (inserendo anche diverse foto delle operazioni che faremo).

A domani e al prossimo post!

Alessandro