Cerca nel blog

sabato 24 agosto 2013

Abbiamo creato l'ultimo nucleo d'api di questa stagione apistica

Ci siamo sentiti l'ultima volta il giorno 11 agosto 2013, ovvero 13 giorni fa.. In questo periodo di tempo sono accadute alcune cose interesanti che mi accingo ora a raccontarvi..

Ci eravamo lasciati con 2 nuclei nell'apiario "distaccato" e con l'arnia nr. 01 (rossa) + un nucleo al posto dell'arnia 02 -gialla- nell'apiario originario.

Domenica scorsa, 18 agosto, abbiamo approfittato dell'ottimo stato di salute dei due nuclei siti nell'apiario distaccato per dar vita ad un ulteriore nucleo d'api. Come di consueto abbiamo prelevato 2 telaini con covata da ciascuno dei 2 nuclei ed abbiamo posizionato detti telaini in un nuovo nucleo in polistirolo da 6 favi. Nei due posti liberi (quelli laterali) abbiamo inserito 2 telaini da nido dotati di solo foglio cereo.
Naturalmente tra i due favi centrali abbiamo posizionato la gabbietta contenente l'ape regina. Si tratta di una regina nata quest'anno e dunque contrassegnata da un "bollino" di colore rosso, come da convenzione.

Questa operazione oltre che utile per via del fatto che ci permette di creare una nuova famiglia di api, che sarà pronta per la prossima primavera 2014, era necessaria perchè le api all'interno dei due nuclei originari erano ormai veramente troppe.

Maggiore spazio significa migliore qualità di vita delle api all'interno dell'alveare e minori probabilità che l'alverare venga indebolito dalle malattie apistiche (ad esempio l'acaro varroa).

Il nuovo nucleo è stato portato a circa 3 km e mezzo di distanza dal luogo d'origine, in un nuovo sito che abbiamo deciso sarà, per ora, quello in cui posizioneremo le famiglie che sinora abbiamo tenuto in aperta campagna.

Già da ora quindi terremo quali siti apistici il cosiddetto apiario distaccato per l'allevamento dei nuclei d'api e questo nuovo sito (vedasi foto poco sotto) per le famiglie di api abitanti nelle arnie da 10 telaini.

L'apiario di campagna era molto scomodo, soprattutto perchè non riuscivamo a tenere sotto controllo le api come ci piacerebbe fare. Certo, un domai che avremo un numero elevato di alveari dovremo tornare sui campi però, ora come ora, preferiamo tenerle più vicine a noi (come è sia il nuovo sito sia l'apiario distaccato) per poterle controllare in maniera più accurata ed intervenire, al bisogno, in maniera più tempestiva.


Il sito del nuovo apiario


Il terzo nucleo appena posizionato nel nuovo sito


Ieri 23 agosto '13 abbiamo controllato che la regina inserita il 18 agosto nel nuovo nucleo si sia liberata dalla gabbietta che la conteneva.
Come si può vedere dai video poco sotto (nel terzo in particolare possiamo vedere in maniera molto chiara l'ape regina) essa è libera e cammina velocemente sui favi selezionando celle adatte alla deposizione delle uova.








A questo punto lasceremo che la Natura faccia il suo corso. L'ape regina deporrà le uova che fra 21 giorni sfarfalleranno (21 giorni è il tempo necessario perchè nasca un'ape operaia dal momento della deposizione al giorno dello sfarfallamento). Pian piano il nucleo si rinforzerà, aumentando il numero delle api in esso contenuto, preparandosi così all'inverno in maniera adeguata.

Per finire ieri sera, verso le ore 20:30, ci siamo recati in campagna; ci siamo accertati che tutte le bottinatrici fossero tornate all'alveare ed abbiamo abbiamo trasferito l'arnia nr. 01 e il nucleo "ex arnia nr. 02" nell'apiario "distaccato", dismettendo così definitivamente, almeno per il momento, l'apiario sito in aperta campagna.

La situazione ora è quindi questa:

- Apiario distaccato: 4 nuclei da 6 telaini ciascuno + 1 arnia da 10 telaini
- Nuovo apiario: 1 nucleo.

Al prossimo post!

Alessandro